aRtelier

S.E.T. (Servizio Educativo Territoriale)

Comune di Bologna - Quartiere San Vitale



Il progetto


Referente

Marina Manferrari
S.E.T. (Servizio Educativo Territoriale)
Comune di Bologna - Quartiere San Vitale

Fascia d'età dei bambini a cui è rivolto
0 - 6 anni


Ambito artistico

Musica e Arti visuali


Progetto realizzato nel corso dell'attività didattica e nel tempo libero (bambini e genitori)


Insegnanti/educatori autori

Manuela Caselli

Alessandra Fustini


Esperti coinvolti

Marina Manferrari, Roberto Maffeo, Piero Sacchetto, Progetto Remida (Reggio Children), Maria Cristina Cenacchi, Davide Donati, Arianna Sedioli, La Baracca Produzioni Teatrali - Teatro Testoni Ragazzi


Modalità di coinvolgimento degli esperti

Consulenza, formazione, progettazione e realizzazione allestimenti


Obiettivi educativi

I laboratori sono finalizzati all'esplorazione tattile, sonora e visiva. Queste esperienze si propongono di:

- educare i bambini a un pensiero autonomo, non finalizzato a un risultato o a una prestazione, prediligendo il processo piuttosto che il prodotto

- far scoprire ai bambini i loro "alfabeti" comunicativi

- dare spazio e tempo per investimenti di tipo affettivo

- integrare competenze sia emotive che cognitive verso uno sviluppo armonico della personalità.

 

Linee artistiche

aRtelier non è solo un percorso laboratoriale legato all'esplorazione sensoriale, non è solo un atelier. E' anche aRte, o per lo meno approccio all'arte e all'estetica.

Colore, oggetti e suono sono infatti elementi costitutivi rispettivamente delle arti visive, plastiche e sonore. Tra queste abbiamo scelto la pittura, la scultura e la musica per proporre ai bambini un percorso di secondo livello che, una volta conosciuti i materiali, possa consentire di andare verso la creazione di "opere artistiche". Questi laboratori, oltre a sostenere lo sviluppo della creatività, si propongono di avvicinare i bambini all'arte, facendoli incontrare con alcuni famosi artisti e con le loro opere.


Articolazione del progetto realizzato

Il progetto offre laboratori sensoriali ed espressivi per bambini del nido e della scuola d'infanzia.

aRtelier si articola in:

- Colorì: laboratorio del colore

- Dado: laboratorio di costruzione

- Sonido: laboratorio sonoro

Ogni laboratorio, allestito in uno spazio appositamente progettato, pur presentando un suo specifico contenuto, ricerca un approccio sensoriale pluridimensionale, che investe quindi contemporaneamente tutti i sensi del bambino. Ogni laboratorio prevede percorsi, differenziati in base a finalità e obiettivi e all'età dei bambini.

COLORI'

Immersione nel colore - percorso sensoriale per bambini 2-5 anni. Questo laboratorio offre opportunità d'approccio al colore, a disposizione dei bambini, per esplorare materiali, acqua, luce, colori...per creare nuove realtà comunicative con fantasia e libertà.

Dal colore all'arte - percorso artistico creativo per bambini 2-5 anni. Osserviamo insieme ai bambini alcune opere di artisti; do-po questo momento di osservazione, proponiamo ai bam-bini di "creare" le loro opere offrendo materiali diversi. Il percorso si differenzia secondo gli artisti e le correnti artistiche proposte (Picasso, Mirò, Klee, Kandinsky, Arcimboldo...surrealisti, cubisti, ecc).

DADO

R-inventare - percorso di assemblaggio creativo per bambini 2-5 anni. Questo laboratorio intende offrire ai bambini la possibilità di sperimentare materiali diversi e le loro combinazioni d'uso. Scarti della produzione artigianale e industriale vengono recuperati, riutilizzati e trasformati dai bambini in modo creativo, reinventandone l'uso e il significato.

SONIDO

Il suono e il silenzio - percorso sensoriale per bambini 2-5 anni. Un viaggio tra i suoni.. in un ambiente dove i bambini possono incontrare elementi naturali: aria, acqua, terra, passando dal SILENZIO all'ASCOLTO alla SPERIMENTAZIONE.

In ascolto - percorso sensoriale per i bambini di un anno.

L'obiettivo è fermare e focalizzare insieme ai bambini gli elementi dell'esperienza, alternando il ritmo SUONO-SILENZIO in uno spazio emotivamente coinvolgente e stimolante. Suoni e silenzi richiamano sensazioni vitali ed emozioni già radicate nel sé del bambino (come l'alternanza cardiaca e la sonorità dell'ambiente fetale)...sperimentati e vissuti in un ambiente intenzionalmente progettato, riportano all'ascolto di sé e al bisogno di relazionarsi con l'altro.

Ogni percorso, eccetto In ascolto che viene condotto interamente presso il nido, prevede incontri presso aRtelier e incontri presso il nido/scuola d'infanzia.


Classi, sezioni o gruppi coinvolti

Nell'anno educativo 2006-07 aRtelier ha accolto 11 scuole d'infanzia, 9 nidi e 5 famiglie nel percorso rivolto all'utenza libera.


Periodo e durata del progetto

Ottobre-Maggio di ogni anno educativo


Documentazione dell'esperienza e visibilità

La documentazione è prevalentemente di tipo cartaceo con ausilio di materiale fotografico presso la sede di aRtelier e presso il Laboratorio di Documentazione e Formazione del Comune di Bologna. Presso aRtelier è presente anche materiale video ad uso interno o finalizzato alla ricerca pedagogica.

La visibilità durante quest'anno educativo ha avuto il suo apice nell'inaugurazione (31 maggio 2007); più in generale è data dal raccordo con il territorio, accoglienza di delegazioni e tecnici del settore, presentazione del progetto in convegni dedicati a temi di tipo educativo.


Breve valutazione del progetto realizzato

Le linee direttrici dal punto di vista metodologico prevedono alcuni principi base ai quali gli adulti presenti durante il laboratorio (conduttrici, educatrici, insegnanti) devono attenersi:

- dare tempo e tempi individualizzati al gruppo dei bambini con attenzione ad ogni singolo

- mantenere una distanza che consenta ai bambini di sperimentare liberamente, intervenendo il meno possibile e con intenzionalità in caso di difficoltà o per sottolineare o rilanciare alcune fasi del percorso

- ricercare e mantenere un atteggiamento di ascolto nei confronti dei bambini per cogliere in loro la risonanza emotiva e cognitiva dell'esperienza ed approntare di conseguenza eventuali "fuori pista" rispetto alla progettualità di base.

Siamo consapevoli che queste poche ma precise dichiarazioni d'intenti siano semplici da affermare ma ben più complesse da avere sempre presente e quindi da attuare. Per questo si tratta dei principali indicatori di autovalutazione e di autoriflessione all'interno dei gruppi di lavoro fra conduttrici e con il coordinatore pedagogico.

Inoltre, la presenza di una educatrice/insegnante con ruolo di osservatrice e di sostegno dei bambini in caso di difficoltà o manifestazioni di disagio, offre al personale dei servizi una possibilità formativa da poter condividere all'interno dei rispettivi gruppi di lavoro.


Attorno al progetto...

Il progetto realizzato è in continuità con altri progetti realizzati negli anni passati? Se sì quali?

L'attuale denominazione di aRtelier e la sua organizzazione derivano storicamente dal progetto Ludoteca Arcobalena - Officina ludica, già allora S.E.T. del Comune di Bologna, Quartiere San Vitale che offriva servizi e laboratori per nidi, scuole dell'infanzia ed elementari e per l'utenza libera in fascia pomeridiana. Il primo laboratorio ad essere progettato e realizzato è stato Colorì nell'anno 2000 con il solo percorso di esplorazione del colore; nel 2002 è stato realizzato Dado; nel 2006 Sonido.

Sono stati realizzati altri progetti tra arte ed educazione, anche non in continuità con quello presentato? Se sì, quali?

aRtelier è uno spazio aperto al territorio, ai tecnici in ambito pedagogico e ad esperti del settore. Sono state pertanto realizzate nel corso di questi anni collaborazioni con esperti che hanno propo-sto percorsi sia rivolti alle scuole che alle famiglie.

Tra questi ricordiamo:

Paolo Arnò che ha condotto nell'a.e. 2005-06 un progetto per la realizzazione di maschere di cartapesta;

nello stanno anno Francesca Bambace ha realizzato un percorso di arti visive che, partendo dall'osservazione di quadri di diversi artisti, ha condotto i bambini alla realizzazione di proprie "opere" personali

Si tratta dell'inizio di uno specifico percorso? se sì, come dovrebbe evolversi?

aRtelier si connota di fatto come servizio del Comune di Bologna e ha la finalità di diventare un servizio permanente. Attualmente la disponibilità dell'offerta consente di accogliere quasi tutte le richieste dei nidi e delle scuole d'infanzia pubbli-che, private e paritarie del Quartiere San Vitale.

L'evoluzione, attualmente in fase di progettazione, riguarda:

- l'estensione di tutti i laboratori a percorsi di tipo artistico

- l'ampliamento degli spazi destinati ai laboratori

- creare spazi di accoglienza per delegazioni, tecnici, ecc. e per dare maggiore visibilità alla documentazione.


Documentazione allegata

Immagini, Depliant e Locandina

 


ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine
ingrandisci l'immagine ingrandisci l'immagine